Email: info@iprmarketing.it
Email: info@iprmarketing.it

IPR PER PORTA A PORTA – TIMIDI SEGNALI DELLA RIPRESA ECONOMICA. LA DISTANZA TRA PD E M5S È DI 1 PUNTO.

cosa vorrebbe che accadesse nel 2016



SONDAGGIO IPR PER PORTA A PORTA. TIMIDI SEGNALI DELLA RIPRESA ECONOMICA. LA DISTANZA TRA PD E M5S È DI 1 PUNTO.


L’inizio dell’anno nuovo è tempo di bilanci e nuovi propositi. Se ne parla nel nuovo sondaggio di IPR Marketing, presentato durante la trasmissione Porta a Porta condotta da Bruno Vespa, andata in onda il 4 gennaio, che conferma una certa inversione della tendenza dell’ultimo anno. Il dato fondamentale è quello dell’aumento della fiducia nella crescita, che si prospetta abbastanza timida, e si incrocia a sua volta con un certo timore generato dalla situazione internazionale.


UN ANNO MIGLIORE – Il tema della fiducia coinvolge vari aspetti: prima di tutto la crescita economica del paese, di cui si dichiara convinto il 37% degli intervistati. Mentre, rispetto alla stima della propria condizione personale, il 25%, ritiene che il nuovo anno sarà migliore di quello appena trascorso, il 57% stima che sarà uguale e solo l’11% fa previsioni negative. Tra gi auspici, il lavoro la fa da padrone, superando anche la salute, come a voler confermare lo stimolo alla rinascita che un così lungo periodo di crisi ha generato: il 42% della popolazione spera di trovare un nuovo impiego per migliorare la propria condizione attuale, mentre il 40% si augura di stare in salute; poi, c’è anche l’amore: il desiderio di conservare la propria relazione, si colloca al terzo posto tra gli auspici degli italiani.


SITUAZIONE INTERNAZIONALE - Il sondaggio non manca di affrontare la situazione internazionale, cosa accadrà secondo gli intervistati nel 2016? Si riconferma un certo timore generale, provocato certamente dagli ultimi eventi che hanno coinvolto l’Europa, e ai primi posti si collocano terrorismo e guerre: il 55% teme nuovi attentati ed il 38% ritiene che nel 2016 anche l’Italia sarà coinvolta in azioni belliche. Il 47% invece parla di una nuova intensificazione dei flussi migratori.

Certo è che per comprendere a pieno il sentiment degli Italiani è necessario incrociare i dati che riguardano la situazione personale degli intervistati e quelli che fanno riferimento alla situazione nazionale ed internazionale, a causa dell’enorme influenza che questi ultimi hanno sulla condizione individuale.


L’ AMBIENTE - Ancora una volta si ragiona sul tema dell’inquinamento e del cambiamento climatico che hanno fatto soffrire la gravità dei propri effetti, soprattutto durante questo Natale, facendo correre le amministrazioni cittadine ai ripari, attraverso misure di emergenza, come i blocchi del traffico nelle principali città italiane. Secondo il sondaggio l’opinione della popolazione, nei confronti dei provvedimenti anti inquinamento, è abbastanza positiva: il 55% ritiene efficace le targhe alterne, il 52% ritiene opportuna la riduzione di 20km/orari dei limiti di velocità di circolazione ed il 50% è d’accordo con la necessità di ridurre di 2° il riscaldamento degli edifici pubblici.


LA POLITICA - Riguardo alle intenzioni di voto degli Italiani ed alla fiducia riposta nei diversi partiti politici, si accorciano le distanze tra il Partito Democratico ed il Movimento Cinque Stelle: i due partiti i contendono la preferenza da parte della popolazione, rispettivamente con il 30% ed il 29% dei consensi. Sembra che il 2016 sia destinato ad essere l’anno del testa a testa tra i due partiti.

Un dato abbastanza significativo, seppur con un certo scarto, è il 14,5% dei consensi collezionati dalla Lega.


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi