Email: info@iprmarketing.it
Email: info@iprmarketing.it

LA MAGGIORANZA DEGLI ITALIANI E’ A FAVORE DEL REATO DI OMICIDIO STRADALE

     

Reato-Omicidio-Stradale-2015

La sicurezza delle strade è un problema urgente nelle città?

0

Molto / abbastanza urgente

0

Molto / abbastanza urgente

Per l’assoluta maggioranza degli intervistati, il 67%, la sicurezza delle strade è un problema urgente da affrontare nelle città. La percezione di urgenza è avvertita in maniera superiore alla media al sud e nelle isole (76%).

LA MAGGIORANZA DEGLI ITALIANI E' A FAVORE DEL REATO DI OMICIDIO STRADALE.


Il timore di essere coinvolti in un incidente stradale, in qualità di pedone o di conducente di auto e soprattutto di moto, è molto avvertito dalla popolazione italiana: è quanto emerge dal sondaggio condotto da Ipr Marketing per conto della fondazione 'Guccione' attiva nella tutela delle vittime della strada. Una paura così sentita, da essere seconda solo a quella di subire un furto in casa. E tale preoccupazione cresce sensibilmente rispetto alla media nazionale man mano che si scende al sud della penisola.

 

Oltre il 70% degli intervistati indica i pericoli della strada fra le maggiori preoccupazioni personali; percentuale superata solo dal 77% di chi teme che i ladri entrino nel proprio appartamento per svaligiarlo. La percentuale dei preoccupati cresce fino all'84% fra chi abita nel Mezzogiorno e nelle due Isole maggiori. Un riscontro arriva dalla percentuale di chi ritiene la sicurezza stradale un problema della città in cui abita: 67% per gli italiani e 76% tra i meridionali. La pericolosità delle strade cittadine viene denunciata dal 65% di chi si sposta in auto, dal 74% di chi va solitamente a piedi e dall'81% di chi usa la moto o la bicicletta.

 

Il 60% degli intervistati dichiara di aver rischiato un incidente nell'ultimo anno. La cattiva condizione dell'asfalto stradale viene indicata dal 76% come primo fattore di rischio, mentre minori sono le lamentele sulla segnaletica carente e sul malfunzionamento o sull'assenza di semafori. A tale paura corrisponde una scarsa fiducia nell'impegno delle amministrazioni locali a risolvere i problemi legati alla viabilità pericolosa. In questo caso il numero degli scontenti è più alto al centro Italia. Quasi il 50% degli intervistati su base nazionale (il 68% al centro Italia)ritiene che l'amministrazione locale non abbia avuto nè impegno, nè risultati nell'affrontare le tematiche riguardanti la manutenzione delle strade e la viabilità negli ultimi anni. Questa percentuale arriva quasi al 70% su base nazionale e all'80% nel centro Italia per quanto riguarda la mancanza di fiducia che l'amministrazione si impegni a risolvere tali problematiche nel prossimo futuro

 

Infine, il 72% si dice d'accordo sull'introduzione dell'omicidio stradale come reato penale e dunque sull'idea che i responsabili debbano andare in carcere.

     

GLI ITALIANI E LA PERCEZIONE DELLA PERCEZIONE DELLA SICUREZZA STRADALE Sondaggio promosso dalla Fondazione Luigi...

Posted by Fondazione Luigi Guccione Onlus on Venerdì 13 novembre 2015

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi